A Cervinara la chiave più grande del mondo..

Si ergerà, puntando verso il cielo, a Cervinara la chiave più grande del mondo.

Sabato 18 novembre, alle ore 17.30, nella rotonda di via Lagno, verrà scoperta l’installazione, realizzata dall’artista Milot per la decima rassegna Cervinarte Memorial Nicodemo De Vito.
Il festival è stato  organizzato dalla Pro loco Angelo Renna, in collaborazione con l’amministrazione comunale. Cervinarte, per la decima edizione, ha come  tema Nostos, scelto dal curatore, il giornalista Peppino Vaccariello. Quello di Milot, infatti, è un ritorno a Cervinara. Il centro caudino lo ha accolto, quando lui, giovanissimo, lasciò l’Albania. Oggi è un artista che espone in tutto il mondo, ma appena è stato contattato dagli organizzatori ha subito risposto, sposando il progetto, e donando la chiave a tutta la comunità di Cervinara. L’opera è stata realizzata nell’officina di Liberato Zurlo, in ferro ed in corten, ed lunga 20 metri. La chiave piantata nel centro della Valle Caudina assume un forte valore simbolico. E’ un segno per aprire tutte le porte, per aprire  menti e  cuori. Appena installata, la Pro loco e l’amministrazione comunale avvieranno anche il procedimento per inserirla nel guinnes dei primati. Quella di Cervinara, infatti, dovrebbe essere la chiave più grande al mondo. Ospiti di eccezione  alla cerimonia di inaugurazione,  Matteo Lorenzelli,uno dei più importanti galleristi al mondo che è rimasto  incuriosito da quello che sta succedendo a Cervinara ed il maestro della fotografia,  Zeng Yi, venuto, per l’occasione, dalla lontana Cina. Il festival ha dedicato una mostra alle straordinarie immagini di Zeng YI, installata nello splendido palazzo Bove. Ed a lui è stato assegnato il premio del Memorial Nicodemo De Vito, mentre, per celebrare il decennale della manifestazione, la Pro Loco ha voluto insignire di un premio speciale Matteo Lorenzelli, per la sua straordinaria opera di scoperta di giovani artisti. Le mostre, dedicate a Milot e a Zeng Yi, saranno inaugurate subito dopo la breve cerimonia della chiave, a palazzo Bove. Mentre i premi saranno consegnati all’interno della chiesa di Sant’Adiutore Vescovo.
Cervinara si prepara a vivere una settimana straordinaria. Nostos, infatti, non è solo arte contemporanea, ma anche letteratura, teatro, arti visive, giornalismo, poesia e musica.
Dal 18 al 25 novembre, un evento al giorno illuminerà queste giornate tristi di autunno.
Condividi con:

Dicci cosa ne pensi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>