Montesarchio

MIK_6668

Il nome attuale del comune ha avuto origine nel Medioevo da Mons Arculi o Mons Herculis successivamente mutato in “Montesarculo”.

La zona di Montesarchio, abitata sin dal neolitico, è identificata con la città sannita di Caudium, distrutta dopo la disfatta della lega sannitica nel IV secolo a.C.

Numerose testimonianze archeologiche risalgono all’epoca romana come gli scavi di Caudium, le terme e l’acquedotto romano e le antiche emergenze di località “Masseria Foglia”.

Sotto la dominazione dei longobardi nacque l’agglomerato urbano chiamato “Latovetere”, tipicamente medievale, con le case addossate al castello e alla torre. In epoca normanna, grazie all’incremento demografico, nacque invece il quartiere “Latonuovo”.

Montesarchio fu possesso feudale dei Della Leonessa o de Lagonissa dal 1278 al 1480, dei Carafa dal 1480 sino al 1528 quando passò ai D’Avalos che la tennero sino alla fine della feudalità nel 1806.

Il terremoto del 5 giugno 1688 provocò ingenti danni al comune.

Dal 1861 fa parte della provincia di Benevento.

(Fonte: Wikipedia)

Condividi con: